China-CEE Summit 2018: la partecipazione di Dahua Technology

Ora:2018-07-23 Naviga:40

Unica esponente del settore sicurezza al China-CEE Summit 2018, noto anche come “16+1”, Dahua ha presentato le sue soluzioni innovative a una prestigiosa platea composta dal premier cinese e dai leader dei 16 paesi dell’Europa centro-orientale. Protagoniste dello stand Dahua le tecnologie di riconoscimento facciale, lettura targhe e rilevamento termico, esposte al pubblico attraverso dimostrazioni tecniche e case study di progetti implementati nei territori del centro est Europa.


Lo stand di Dahua Technology al Summit 16+1


Negli ultimi anni Dahua Technology si sta espandendo in vari mercati europei, tra cui Ungheria, Albania, Romania, Serbia e Bulgaria. Durante la visita allo stand, i leader hanno discusso dell’impatto che l’azienda cinese ha sulla sicurezza globale e dei suoi contributi allo sviluppo delle economie locali.

Il team di Dahua Technology ha illustrato al Primo ministro cinese Li Keqiang e ai leader dei 16 paesi CEE gli ottimi risultati ottenuti sul suolo europeo. Tra i tanti successi ricordiamo la partnership strategica con Wanhua BorsodChem per gli stabilimenti ungheresi del colosso chimico, la messa in sicurezza di un importante cementificio albanese e l’installazione di sistemi avanzati all’interno di un aeroporto internazionale rumeno e di diversi parcheggi serbi.


Il Primo ministro cinese Li Keqiang in visita allo stand Dahua, accompagnato dai colleghi europei

"Negli ultimi anni i paesi della CEE e la Cina hanno instaurato relazioni commerciali molto solide; siamo lieti che Dahua Technology possa contribuire a rafforzare questa intesa", ha affermato Colin Wang, amministratore delegato dell’area CEE e del nord Europa presso Dahua Technology.

"I case study presentati oggi attestano la nostra capacità di fornire soluzioni di prim’ordine e l’impegno che profondiamo nella zona CEE".